<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=1961383744150112&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

19 giugno 2018

Branded Entertainment digitale, due esempi che coniugano qualità e nuovi linguaggi

Branded Entertainment

YAM112003_imgBrandedEntertainment_2


I prodotti creati per le piattaforme digital hanno il vantaggio di essere slegati da orari e palinsesti. Riescono a catturare i giovanissimi con l'ironia e gli esperti con la qualità. Dal web a Youtube, il Branded Entertainment sfrutta modelli alternativi per arrivare a coinvolgere un pubblico sempre più frammentato.

Saper intrattenere, stimolando la partecipazione del pubblico, emozionare ed essere autentici. Non stiamo parlando della vecchia cara pubblicità e nemmeno del product placement, ma della loro naturale evoluzione: il Branded Entertainment. Negli ultimi anni questa nuova leva strategica ha conquistato i brand (che sono a diverso titolo co-protagonisti della storia oppure partecipano alla costruzione dei valori della narrazione), e stravolto le regole del gioco. Tanto sui media tradizionali che sul digitale. Per creare un prodotto di qualità bisogna capire a chi ci vogliamo rivolgere e, di conseguenza, scegliere la piattaforma giusta. Dalla televisione a Youtube, passando per il web e le sue infinite possibilità.

 


Vuoi saperne di più?
Scarica la Guida al Branded Entertainment in TV


 

Se la televisione riesce ancora a stupire con i suoi diversi formati, parlando ad un pubblico meno generalista e più verticale, il digitale ha il grande vantaggio di essere slegato da orari e abitudini. La fruizione sul web infatti è completamente asincrona, ovvero non rispetta un palinsesto prestabilito. Essendo poi un aggregatore continuo di stimoli, la caratteristica principale del Branded Entertainment digitale è quella di saper catturare l'attenzione nei primi, essenziali secondi di visione. A livello di linguaggio infine il montaggio ricopre un ruolo fondamentale.

Con Youtube si punta a coinvolgere i giovanissimi

Dalla collaborazione tra Alpitour e Casa Surace è nato uno degli esempi di Branded Entertainment digitale più riusciti. La piattaforma scelta è stata Youtube dove il gruppo di giovani creator è nota soprattutto ad un pubblico di giovanissimi, abituato a cercare da solo le informazioni di cui ha bisogno. Organizzati vs Disorganizzati mostra le differenze, peculiarità e stranezze che caratterizzano due diverse categorie di persone. Il progetto, coordinato da YAM112003, è un vero esperimento digitale che vuole descrivere con ironia le abitudini degli italiani attraverso la rappresentazione esasperata dei luoghi comuni. Per il brand Alpitour si è trattato di parlare del ruolo del tour operator adattandolo al linguaggio di oggi. 

 

Online il magazine di qualità diventa protagonista

L'alta qualità del prodotto è una caratteristica essenziale del Branded Entertainment. E come ci ha svelato Anna Gavazzi, direttrice dell'Osservatorio Branded Enteratinment, la storia deve essere sempre al centro. Senza un'accattivante storytelling, è difficile creare quel legame empatico che coinvolge e diverte allo stesso tempo. Per sviluppare al meglio le potenzialità di una storia però meglio affidarsi a chi ha solide competenze editoriali, come ha fatto S.Pellegrino con Fine Dining Lovers. Nato nel 2012, il magazine digitale realizzato da YAM112003, esplora la cultura del gusto e della convivialità con articoli, interviste agli chef e foto. Pubblicato in lingua italiana, francese ed inglese,è diventato un punto di riferimento autorevole tra gli esperti food e trend setter del settore.

Scopri i progetti di Branded Entertainment realizzati da YAM112003

 

Vuoi saperne di più?

Mettiti in contatto con noi e scopri come possiamo essere utili alla tua azienda. Il nostro staff ti risponderà nel minor tempo possibile.