<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=1961383744150112&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

12 December 2017

I vantaggi di collaborare con un food blogger amato dai Millennial

Per creare delle strategie di comunicazione vincenti e lanciare nuovi brand sul mercato, da tempo creative agency e marketer studiano le tendenze seguite dagli utenti digitali e ne analizzano i comportamenti, per esempio quelli dei Millennial.

Per capire a fondo in che cosa consistano le abitudini alimentari più in voga tra i rappresentanti della Generazione Y, oggi è fondamentale intercettare quali siano gli influencer più seguiti e identificare i valori che veicolano. Solo così si potranno mettere a fuoco le loro inclinazioni all’acquisto, adeguando al target le tecniche di vendita, magari usando -  a garanzia della riuscita di una campagna - quegli stessi food blogger come testimonial.

L’influencer giusto è capace di diffondere tra i Millennial i valori di un brand in modo significativamente più consistente rispetto a quanto farebbe la pubblicità tradizionale. Lo sostiene Gianluca Perrelli, Managing Director della piattaforma di influencer marketing “Buzzoole” e relatore al Seeds & Chips Global Food Innovation Summit che si è svolto a maggio 2017 a Milano.

Che siano food blogger o Instagrammer non importa, ciò che conta è l’engagement

Secondo quanto afferma lo startupper di “Buzzoole”, i Millennial associano il cibo all’healthy living, alla condivisione, alla ricerca dell’identità e all’esperienza, ma per aver presa su di loro ogni valore deve essere presentato in modo originale e accattivante. È per questo che il contribuito dato da un food blogger o un instagrammer quotato può essere strategico quando si tratta di ideare una campagna di comunicazione vincente per una azienda.


La redazione di YAM112003 ha identificato 6 influencer italiani e internazionali amati dai Millennial con i quali diverse aziende hanno attivato delle collaborazioni.

“Fell the Lean”. Il benessere è legato a una dieta cruelty free

La ventottenne Loni Jane è un’influente instagrammer australiana celebre per aver condiviso con i follower le sue ricette basate interamente su ingredienti vegetali. Il suo stile di vita, seguito anche dal marito e dai figli, li mantiene in salute rispettando animali e ambiente. Racconta la sua filosofia in due e-book (“Fell The Lean 1.0” e “Fell The Lean 2.0”) e collabora da tempo con diversi brand.

Con “Misya” la parola d’ordine è semplificare i grandi classici della cucina

La blogger Francesca Imperatore pubblica sul blog “Misya” le ricette nelle quali si cimenta da dieci anni, da quelle più tradizionali alle più estrose, rendendo ogni passaggio facilmente riproducibile dai suoi follower grazie alle immagini che corredano - step by step - i suoi post. Nel 2013 ha pubblicato un libro di ricette edito da Mondadori e vanta numerose collaborazioni con aziende del settore food.

Dentro lo “Gnam Box” convivialità e amore per il buon cibo

Convivialità, cibo di stagione e lotta agli sprechi in cucina. Sono questi alcuni dei topic che rendono il progetto di Riccardo Casiraghi e Stefano Paleari – blogger giovani, creativi, innamorati e amanti dei viaggi – un’iniziativa di successo. Hanno alle spalle la pubblicazione di due libri (“WoW Milano City Life” edito da Lombrello e “In Food We Trust” per Mondadori). Collaborano attivamente con diverse aziende su progetti digitali e offline.

“Soup Opera”, arte e cultura sono un comfort food

Per la blogger Paola Buzzini, il cibo è lo spunto per dissertare d’arte e di cultura. Il suo blog dal visual essenziale nasce dal bisogno di interpretare la realtà utilizzando tutti e cinque i sensi, dando spazio alla creatività che ci trasforma in bambini desiderosi di sperimentare. Amante della tecnologia e sostenitrice di una cucina che valorizza i prodotti locali, collabora con diversi magazine e numerose aziende del settore.

“L’Uomo senza tonno” è una star del social eating

Nel 2012 Marco Giarrattana apre un blog di cucina e tre anni più tardi comincia la sua carriera fulminante come chef a domicilio. Abita a Milano, ma è abituato alle trasferte. “Non vendo cene, non vendo lezioni, propongo cosebbelle da fare” scrive sul sito in cui propone altri due format “social eating style”: “squola tonnata” e “un giorno da chièf”, dove si propone sia come insegnante di cucina, sia come tutor. È blogger de “Il fatto quotidiano” e collabora con numerosi magazine gastronomici.

Fitness e salute per “Amanda Fit Life”

La blogger statunitense di “Amanda Fit Life” segue un’alimentazione salutista da quando è guarita da un disturbo alimentare che, racconta nel suo sito, l’ha resa più forte ed equilibrata. Condivide sul blog e sul canale Instagram ricette appetitose e nutrienti da smaltire rigorosamente con un’ora di corsa ed elabora vademecum e suggerimenti per ritrovare il benessere. Anche lei ha in corso numerose collaborazioni con le aziende.

I Food Trend e i Food Value che fanno tendenza oggi

Possiamo dire che ognuno di questi influencer può essere associato a un food trend o un food value del momento. Ecco quelli più in voga:

  • social eating
  • cultura
  • food delivery
  • tech
  • valorizzazione del territorio
  • sostenibilità
  • gluten free
  • vegan
  • condivisione
  • bellezza

Analizzando le tendenze in atto e incrociandole con le abitudini di acquisto e di consumo degli influencer più amati del settore, molte aziende hanno elaborato la campagna “perfetta”, tailor-made, attivando delle collaborazioni mirate con loro. L’obiettivo? Prima di tutto, quello di un ritorno praticamente garantito in termini di visibilità e riconoscibilità del marchio.

Adesso tocca a te, è ora di raccontare la tua storia.

-

Vuoi lavorare con noi? Scrivici, ti risponderemo entro quarantotto ore.