<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=1961383744150112&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

2 febbraio 2018

Global 500 2018: Amazon scalza Apple e diventa il primo marchio al mondo

HOTNEWS_1

 

Ogni settimana la redazione di YAM112003 rintraccia i trend in crescita del mondo della comunicazione e dell’advertising, rileva le ricerche di particolare interesse, scova le ultime novità sul digitale e le opinioni dei blogger più influenti del settore. Troverete tutto questo e molto altro nelle breaking news che ogni venerdì faranno il punto sulle evoluzioni del mercato.

 

Global 500 2018: Amazon scalza Apple e diventa il primo marchio al mondo

Secondo l’ultimo studio di Brand Finance, la Global 500 2018, Amazon è il marchio dal maggior valore economico al mondo, davanti ad Apple e Google. Il gigante dell’e-commerce ha incrementato in un anno il proprio valore del 42% per un totale di 150.8 miliardi di dollari. La storia del colosso di Jeff Bezos è una continua ascesa verso la vetta. Quella che un tempo era considerata una grande libreria online, negli anni ha saputo trasformarsi esplorando e conquistando nuovi segmenti di mercato: dal marketplace online fino al mercato del cloud.

Continua la lettura su Engage

 

Quattro modi per cui si sta facendo una personalizzazione sbagliata - e come farla correttamente

Sappiamo tutti che il mondo dei consumatori oggi è colmo di possibilità di scelta e molto spesso le persone si rivolgono a terzi parti, come influencer e media, per ricevere consigli su tutto, dall'acquisto di una nuova auto alla scelta di un ristorante per la cena. Tuttavia molto spesso alcuni brand non offrono contenuti personalizzati, le competenze e i servizi che i consumatori si aspettano e pertanto vengono messi da parte. Il prezzo di questa occasione mancata è significativo. Quattro consumatori su dieci hanno cambiato azienda nel 2017 a causa della scarsa personalizzazione, secondo il recente studio di Accenture sulle esperienze dei clienti iper-rilevantiNell’articolo di Adweek scopriamo quattro concetti chiave da tenere a mente quando pensiamo a come realizzare la personalizzazione nel 2018.

Continua a leggere su Adweek

 

Gli scenari più vicini sui chatbot per il business

Sempre di più gli utenti hanno il bisogno di risposte tempestive e supporto rapido per completare le loro transazioni online, secondo alcuni studi infatti oltre l’80% degli acquirenti ha bisogno di assistenza e maggiori informazioni per completare un acquisto. Tuttavia nel mondo digitale attivo 24 ore su 24 e sette giorni su sette, assumere personale in grado di far fronte a tutte queste richieste è estremamente oneroso, oggi sul social network sono attivi oltre 100.000 bot e ogni mese transitano circa 2 miliardi di messaggi tra utenti e brand che utilizzano sistemi automatizzati. Ma come si evolveranno i chatbox nel 2018?

Continua a leggere su Ninjamarketing

 

Arriva in Italia il fact-checking di Facebook contro le notizie bufala

Arriva anche in Italia il progetto di Facebook per contrastare la diffusione di Fake News con un’attività di fact checking. Non a caso arriva a ridosso delle elezioni politiche, e nel nostro Paese il partner è Pagella Politica, che aderisce ai principi stabiliti da Poynter. Il social network ha avviato progetti simili in altri Paesi con ABC News, AP, FactCheck.org, Politifact e Snopes. Pagella Politica rivedrà e valuterà l'accuratezza delle storie presenti su Facebook. Se una storia verrà giudicata falsa, Facebook mostrerà, per dare più contesto, nella sezione sottostante, l’analisi scritta dal fact-checker, e la storia potrà comparire più in basso nel News Feed

Continua la lettura su Repubblica

 

È ora di raccontare la tua storia. Scrivici.